La resina epossidica è ideale come rivestimento per pavimenti per garage, officine e capannoni industriali, ma il termoindurente è anche una scelta di prima classe per zone giorno con requisiti di design speciali.

È di facile manutenzione, estremamente robusto e resistente. Se elaborato correttamente, probabilmente durerà una vita. Anche oli e prodotti chimici non possono danneggiare il pavimento ed è completamente impermeabile. È anche uno spettacolo incredibilmente estetico quando si dispone di un pavimento senza giunti.

Ma a cosa devi prestare attenzione? La corretta preparazione del supporto è importante almeno quanto l'effettiva lavorazione della resina sintetica.

Il rivestimento del pavimento con resina epossidica è composto da 2-3 strati, prima uno strato di primer, uno strato intermedio e, idealmente, una guarnizione alla fine. Una quantità approssimativa può essere ricavata come segue, per metro quadrato sono necessari circa 1,1 kg di miscela di resina epossidica per millimetro di spessore dello strato. Fondamentalmente consigliamo per questo Primer uno spessore dello strato di 0,4-0,6 mm, quindi questo corrisponde a circa 0,45 kg a 0,67 kg di miscela di resina epossidica. L'innesco viene solitamente eseguito in trasparente o nero, a volte anche in bianco. Il borghesia (chiamato anche strato di colore o strato di effetto) dovrebbe essere significativamente più spesso con uno spessore di 1 - 3 mm, quindi è necessario tra 1,1 kg e 3,3 kg di miscela di resina epossidica (per il calcolo rapido del primer e dello strato intermedio, basta usare il nostro Calcolatrice resina epossidica per pavimenti e regolare di conseguenza lo spessore dello strato e il numero di metri quadrati). Un motivo con diversi colori è spesso incorporato nello strato intermedio, che è particolarmente adatto Pigmenti di colore metallicoma anche Coloranti liquidi trasparenti sono ideali nella concentrazione appropriata. Si consiglia l'uso di una finitura PU (poliuretano) per la sigillatura; questo offre alla resina epossidica la migliore protezione possibile contro i graffi, ma anche una protezione aggiuntiva contro l'esposizione ai raggi UV. La finitura PU può essere laminata o spruzzata a seconda del produttore. In quale Finitura in PU da epoxy style coat ottieni i migliori risultati nel processo di spruzzatura, ce n'è uno per quello Diluente NCRcon il quale è possibile regolare di conseguenza la viscosità del top coat PU. Idealmente, qui dovrebbero essere applicati 2-3 strati di circa 80 micrometri ciascuno, cioè solo 0,08 millimetri. La finitura PU ha quindi una resa di 10-14 mq per litro con 1 strato. La finitura è disponibile in 3 diverse versioni, lucida, semilucida e opaca.

E? Hai già avuto voglia di acquistare un pavimento di design di alta qualità?